Tag: Press

0

“Un antico mulino alle porte di Milano”

“… Il complesso Hotel Mulino Grande è composto da due volumi principali, entrambi organizzati su due piani fuori terra, che dialogano tra loro attraverso un giardino centrale aperto ai lati verso il paesaggio circostante. A sud-ovest l’edificio del mulino ospita reception, lounge bar e ristorante al piano terreno e quattro suite al livello superiore. Il volume a nord-est, più interno all’area, è interamente dedicato a 14 camere e 3 suite. Sempre a nord ampi spazi completamente interrati ma affacciati su giardini ipogei a cielo aperto da cui prendono luce e aria, accolgono il centro benessere e le sale riunione.
Le pale della ruota del mulino hanno ispirato la scelta di utilizzare l’acciaio Corten come materiale privilegiato per dialogare con le forme e i materiali del complesso e con gli elementi naturali del giardino.
In questa situazione, il tema dell’acqua doveva trovare precisi richiami. E’ stato così moltiplicato dal disegno della recinzione, che si costruisce nel segno grafico di onde realizzate con profili di acciaio Corten. Il tema delle onde ritorna con incisioni, tagli, bassorilievi, diventando motivo narrativo e segnale al visitatore.
Gli spazi del giardino partecipano allo spirito generale della progettazione. La piantumazione mantiene una relazione visiva con l’intorno, e verso sud-est inquadra la vista verso il Castello di Cusago. Il percorso della roggia Soncina, che attraversa il complesso, è trattato in modo naturalistico e una vegetazione tipica delle sponde dei corsi d’acqua offre alle camere che si affacciano una vista piacevole…”

0

“Ieri e Domani”

“… Il palazzo, situato nel centro di Milano, è stato progettato dallo studio Arassociati e realizzato da Edillombarda Spa. L’edificio in cui si trova l’abitazione-studio di Antonella Tesei, che ha curato gli interni e che si è trovata a confrontarsi con la storia di una complessa area del tessuto urbano. La sofisticata ricerca materica, curata fino al più piccolo dettaglio, è sottolineata anche dall’adozione di energia geotermica per il riscaldamento e raffrescamento.
Il primo livello è stato dedicato allo studio, uno spazio altro rispetto alla casa. Qui, con un riuscito equilibrio di colori, prospettive e materie dialogano, attraverso vetrate a tutta altezza, con l’immagine della chiesa barocca di fronte, mentre i pavimenti in legno di rovere, le pareti chiare e la luce diffusa degli ambienti disegnano un ambiente sereno che favorisce la concentrazione.
Salendo al secondo livello si raggiunge la zona notte caratterizzata da arredi minimal e da un’attenzione alla sperimentazione del grassello di calce impiegato nei bagni in diverse texture.
La zona giorno, al piano superiore, è dominata dalla scala elicoidale, rivestita in grassello di calce e polveri di marmo lavorati con tecnica a fresco da Filippo Falaguasta, che richiama la sinuosità di certe conchiglie. Come già lo studio, anche la zona giorno dialoga, oltre le vetrate a tutt’altezza, con la presenza della chiesa, mentre i toni chiari dell’involucro fanno qui da sfondo a pochi arredi di design contemporaneo. La scelta del total white si riscalda poi in cucina con il lungo tavolo in legno di cedro, che ritorna in lastre di grande spessore nella pavimentazione della terrazza su cui si apre l’ambiente.
Antonella Tesei ha disegnato anche diversi pezzi di arredo su misura: dalle librerie in Corten ai tavoli per esterni in ferro verniciato. Molto curato è stato anche lo studio illuminotecnico che sottolinea la limpidezza degli spazi e una sapiente modulazione della luce, che culminano nello spazio del seminterrato, dove il focus è rivolto ai resti di murature romane trovati durante i lavori di fondazione…”

0

“C’era una volta un Mulino”.
“… Situato accanto al Castello Visconteo di Cusago, ai bordi di una delle porte più belle del Parco Agricolo Sud di Milano, un nuovo hotel di charme ha fatto rinascere l’antico mulino di pertinenza del castello.
Risistemato dall’architetto Antonella Tesei, l’Hotel Mulino Grande deve la gran parte del suo fascino a questa tipica architettura rurale, con le sue corti e le sue logge.
Tra i servizi che assicurano la piacevolezza del soggiorno c’è una Spa, a cui si affiancano due sale meeting poste nel volume interrato, che prendono luce da piccoli giardini ipogei. E poi c’è l’orto biologico che assicura prodotti a chilometro zero alla cucina del ristorante Il Magiono, di 50 posti a sedere.
Camere e suite, 21 in tutto, conservano il sapore rurale del vecchio mulino, di cui sono state recuperate le pietre ed il legno dei pavimenti.
Il recupero, realizzato dall’impresa di costruzioni Edillombarda Spa, è stato condotto all’insegna del rispetto dell’ambiente e delle energie alternative (geotermica e solare).
Le pale del mulino, scurite dal tempo e dalla ruggine, hanno suggerito all’architetto Tesei l’impiego dell’acciaio Corten per alcune nuove strutture ed elementi decorativi, dal cancello d’ingresso ai parapetti dei balconi…”

0

Post_TILE_copertina

“… Si tratta di un recupero condotto all’insegna dell’energia pulita, geotermica e solare, utilizzate per il riscaldamento dell’acqua calda.

… L’architetto ha affrontato il progetto nell’assoluto rispetto dell’originaria composizione a corpi separati ed è riuscita a recuperare integralmente la struttura centrale del mulino. La statica dell’edificio che ospitava gli alloggi dei contadini era invece eccessivamente compromessa e la progettista ha quindi optato, rispettando volumi e tipologie preesistenti, per un intervento ex-novo che riutilizzasse gran parte dei materiali originali opportunamente recuperati.

La stessa filosofia ha riguardato il ripristino delle pavimentazioni: è stato recuperato tutto il legno proveniente dalle strutture dell’edificio demolito che, opportunamente bonificato e reso in doghe, è stato poi utilizzato per i pavimenti di camere e suite…”

0

Clipboard01

“Nuove forme d’uso”.

“… L’obiettivo è riqualificare le aree interne ai confini metropolitani, inserendo funzioni capaci di riattivare porzioni di città. Ne è un esempio la riqualificazione delle cascine e mulini milanesi, come l’Hotel Mulino Grande…”

 

0

Post_Ark_Dove copertina

“… Cura nei dettagli, nella scelta dei colori, nella divisione degli spazi. E’ il fil rouge dell’Hotel Mulino Grande: un garbato restauro ha trasformato la struttura del Cinquecento in un eco-hotel con 21 camere e suite nel cuore del Parco Agricolo Sud. Nelle camere, spaziose e ricercate, i materiali originali si mescolano con l’acciaio Corten e i velluti dell’arredo su misura…”

0

press_presspaint

“Hotel Mulino Grande di Cusago”

“… Frutto di un accurato intervento di recupero di un mulino del Cinquecento, la nuova struttura ricettiva Hotel Mulino Grande di Cusago è posta all’interno del Parco Agricolo Sud. Il progetto di recupero e trasformazione dell’antico complesso rurale, firmato dall’architetto Antonella Tesei, persegue la volontà di mantenere una relazione con le radici e la qualità del luogo raggiungendo allo stesso tempo alti livelli di comfort. Il risultato è una struttura che conserva l’originaria composizione a corpi separati puntando sul recupero integrale del corpo del mulino.

Il volume originario è stato conservato, così come i materiali dei pavimenti in cotto e pietra. La luce esalta la bellezza delle strutture lignee e dei colori utilizzati. Le tonalità vanno dal bianco al rosso, dal blu petrolio al grigio e sono riprese dai colori del rivestimento tessile dei letti e degli imbottiti. La presenza di materiali naturali originari associati ad elementi di arredo contemporaneo, creano un’atmosfera accogliente e raffinata…”